cantiere di #autocostruzione di Filetto

cantiere di #autocostruzione di Filetto

giovedì 18 giugno 2015

Felice Romeo, l'uomo senza memoria.



Dopo i tanti scandali che hanno coinvolto le cooperative rosse, Legacoop in questi giorni corre ai ripari lanciando la raccolta di firme: #stopfalsecooperative utilizzando un testimonial di indubbia trasparenza ed etica morale: Felice Romeo.

giovedì 4 giugno 2015

La Ong Alisei ad Expo 2015

Foto di Steve McCurry della mostra 'From These Hands: A Journey Along The Coffee Trail'

Sabato 6 giugno nel Cluster tematico del Cacao e del Cioccolato di Expo c'é stata la conferenza dal titolo: Biodiversidade com cacau e cultura feliz – Biodiversità con il cacao e cultura felice” in collaborazione con Sao Tomé e Príncipe, piccolo Stato indipendente e arcipelago al largo dell'Africa centro-occidentale (link dell'evento).

venerdì 8 maggio 2015

I DATI TRUCCATI SULLA DISOCCUPAZIONE.

I dati sulla disoccupazione in Italia sono sconvolgenti, ma ciò che é tragico é che sono anche truccati.
Se i Media fornissero i dati reali probabilmente scenderemmo in piazza e cacceremmo una volta per tutti a calci in culo i politicanti che ci stanno togliendo il futuro, il nostro e quello dei nostri figli.

Io ho provato a sommare alla percentuale dei disoccupati, anche quella degli inoccupati, che in UE è in media del 4,1% ma che in Italia raggiunge il 14% della popolazione: sono coloro che pur potendo, non cercano lavoro perché non sono più motivati. Questo il risultato:

mercoledì 6 maggio 2015

Un secondo strano caso di omonimia.

Dopo i cantieri truffa di Alisei Ong del progetto UN TETTO PER TUTTI, più volte raccontatie dopo il caso di omonimia della cooperativa sociale Alisei Coop di Terni, impegnata in progetti di housing sociale in Campania con modalità del tutto simili a quelli della finta associazione umanitaria milanese, anche nel triste epilogo che stanno avendo, un altro cantiere omonimo al primo di housing sociale assurge alle cronache locali piemontesi per la denuncia di AlessandriaNews.it

lunedì 4 maggio 2015

Il Festival dell'ipocrisia. La riforma del Terzo Settore.

Il 3 ottobre diventerà la giornata nazionale per le vittime dell'immigrazione.
Puro populismo in salsa rosso cooperativa per nascondere lo scandalo che ha suscitato la riforma del Terzo Settore.

Il perché é presto detto.

Il 9 aprile scorso la Camera dei Deputati ha concluso l’esame e ha approvato il Disegno di legge Delega per la Riforma del Terzo Settore, nel quale volutamente si rinuncia alla creazione di un'Authority di vigilanza ad hoc e si apre alla possibilità per le imprese sociali di distribuire utili.

lunedì 20 aprile 2015

Alisei Ong in Gabon e São Tomé


Gli ultimi progetti ancora in corso di Alisei Ong, l'organizzazione non governativa al centro di scandali e revoche di finanziamenti e verso cui il Ministero degli Esteri ha revocato l'idoneità il 22 gennaio 2015 (Leggi comunicazione ufficiale: LINK) sono nel Golfo di Guinea, nell'Africa Occidentale, sulla piccola isola di São Tomé e Principe dove si parla il portoghese, in Tchad, nella regione del Sahel e in Gabon dove da anni collabora con il Governo del Paese e con l'UNHCR a progetti di reinserimento di rifugiati congolesi attraverso microcredito e progetti di agricultura.




Gabon: ON MANGE LOCAL  
Contribution UE : € 487,214.00 Project: DCI-NSAPVD/2012/292-884


original article (english text): http://arambo.net/?p=193 

Per promuovere l'agricultura in Gabon e nelle provincie dell'Estuario, Alisei Ong e l'organizzazione locale Brainforest, con il patrocinio della Commissione europea, pubblicano il progetto "On mange local" (Noi mangiamo locale). 

"Aiutare a diffondere la produzione agricola locale perché si diffonda nei mercati dove a farla da padrone sono i prodotti importati." Questo il messaggio comunicato in occasione della conferenza stampa della presentazione dal responsabile del progetto.

"Alisei Ong, l'organizzazione Brainforest ed altre Ong, con il patrocinio della Commissione europea stanno lavorando per far si che gli agricoltori producano con maggiore attenzione all'ambiente, coltivando prodotti sani per il proprio sostentamente e per migliorare le proprie condizioni di vita. Speriamo di poter promuovere il marchio <On mange local>  garantendo la qualità e tracciabilità dei prodotti biologici" ha detto il leader del progetto Giovanna Maserati.


Giovanna Maserati, moglie di Ruggero Tozzo.


São Tomé: SOCIEDADE CIVIL PELO DESENVOLVIMENTO
Contribution EuropeAid/135500/DD/ACT/ST
Ruggero Tozzo e Alda Bandeira

Si tratta di un'azione che mira a rafforzare le politiche pubbliche e le capacità di monitoraggio della Federazione delle Ong di Sao Tome e Principe (STP-FONG, partner in questo progetto) e delle sue affiliate, per creare occasioni di dibattito, promuovere la qualità dei meccanismi di informazione e di consapevolezza in materia di trasparenza e di buon governo, incoraggiare la partecipazione al dialogo politico e sociale, per le organizzazioni della società civile e dei cittadini in generale. 
Cofinanziato da UE e CICL e disponibile per la consultazione: http://sociedadecivilstp.blogspot.pt

Da Wikileaks original link (english text):





   Thcad: “promozione di piccoli allevamenti familiari gestiti da donne nella Regione di Guera” 
Contribution: € 400.000 Union européenne DCINSAPVD/2013/322-983

Partner: SAHEL-ECODEV (Association pour l’Ecodéveloppement et l’Autopromotion Rurale au Sahel)



In Tchad il progetto avviato nel settembre 2013 e di durata triennale, condotto insieme all'associazione Sahel-Ecodev, ha come scopo il miglioramento della produzione orticola e la promozione di allevamenti familiari gestiti da donne. Con il cofinanziamento della Commissione Europea.

Scheda progetto - original link in french: http://www.rongead.org/IMG/pdf/TCHAD_PFNL_FILSY_.pdf


venerdì 30 gennaio 2015

Sono state le Ong a provocare le ultime rivoluzioni?

                                               Mariupol, Ucraina - contractor americano fra le file delle truppe ucraine.

Gli interessi all'ombra degli aiuti umanitari.

La vicenda risale al 24 gennaio scorso quando una giornalista di una TV locale ucraina, in maniera del tutto casuale, intercetta un contractor americano tra le fila dei soldati di Kiev, subito dopo la strage di civili al mercato di Mariupol, sotto una pioggia di missili sparati dell'esercito filorusso.

Cosa ci fanno dei militari americani a Kiev?